Archivio della sezione 'Alghe'

Straccetti su guacamole

Scritto da il 23 Nov 2009 | Alghe, Crudo e vitale, Pesce, Salsine e condimenti

Straccetti di pesce spada su guacamole con alghe

Quando si parla di pesce crudo si pensa subito alla cucina giapponese ma in  molte regioni meridionali è tipico consumare prodotti ittici solamente marinati e preparati senza l’uso della cottura, sono famose preparazioni come alici e altro pesce azzurro “cucinato a freddo” con sale, aromi mediterranei e succo di limone. Il pesce crudo o appena scottato conserva molti più nutrienti assimilabili, grassi e proteine non subiscono alterazioni e le vitamine del gruppo B sono molto più biodisponibili come anche la D. Per poter consumare del pesce crudo è importante porre più attenzione del solito all’origine e alla freschezza del prodotto, rivolgersi quindi alla pescheria di fiducia per del pesce davvero fresco. Spesso il pesce spada  proviene dall’Oceano Indiano o Pacifico, il migliore e più pregiato è sicuramente quello pescato nei nostri mari.

Un connubio che ho sempre adorato è pesce e avocado, una ricetta simile è questa “Sgombro e guacamole, per la ricetta di oggi ho trovando però del buon pesce spada che ho fatto insaporire con aromi più invernali e qualche sfoglia di alga in salamoia. Per la preparazione in dettaglio del guacamole potete vedere una di queste ricette.


Straccetti di pesce spada su guacamole e alghe
Per 2 porzioni

– 300g di pesce spada fresco in trancio o gia a straccetti
– 1 avocado grande maturo
– 100g di daikon
– 1 cipollotto bianco dolce (anche un piccolo porro)
– 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
– 1 cucchiaino di semi di sesamo (ottima la varietà nera)
– 1 limone (succo)
– 1 finocchietto verde
– 10 fili di erba cipollina
– 1 foglio di alga nori (meglio se già sminuzzata in fiocchi)
– Sale quanto basta

Eliminare la pelle e la grande lisca centrale dal trancio di pesce spada, con un coltello molto affilato tagliare delle piccole strisce a rombo e disporre in un piatto largo, irrorare con il succo di limone salato e aggiungere il cipollotto tagliato molto finemente, del daikon grattuggiato e gli aromi, far riposare almeno 45min. L’alga nori (ottima anche la wakame o la dulse)  deve reidratarsi in una parte di acqua e una di aceto di mele per 30min. Per il guacamole l’avocado deve essere maturo e saporito, frullare con un cucchiaio di olio evo, del finocchietto selvatico e del daikon grattuggiato, ricordatevi di versare subito del succo di limone sull’avocado per limitare l’ossidazione e aggiustare con il sale. Alla fine il guacamole dovrà essere omogeneo ma non troppo. Versare il guacamole abbastanza liquido e disporre una montagnola di straccetti di spada, decorare con aromi, sesamo e le alghe nori in agro.

Guacamole con algha nori Pesce spada su guacamole all'alga nori Avocado a spicchi

Click sulle immagini per ingrandire

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

3 comments for now

Una semplice insalata di riso

Scritto da il 22 Jun 2009 | Alghe, Insalate, Riso

Insalata di riso venere

L’amica Elisa di Novara come esperta di risi piemontesi mi ha suggerito una insalata di riso partendo da un buon riso Venere nero,  molto incuriosito dallo spunto gastronomico ho provato ad interpretare senza pretese. Una ricetta adatta al periodo estivo ottima gustata a temperatura ambiente e che sicuramente migliora il giorno seguente quando i chicchi di riso assorbono meglio il condimento e tutti i sapori si amalgamano. Il riso venere nero integrale è un riso molto profumato che ricorda l’aroma del basmati, i chicchi sono piccoli e leggermente schiacciati. Ideale anche per risotti lo preferisco però asciutto e con i chicchi ben sgranati, per questo consiglio di terminare la cottura aggiungendo un bicchiere di acqua fredda prima di scolare il riso che non deve scuocere. Le zucchine devono essere preparate a crudo e contrastare con freschezza e consistenza croccante, basterà farle riposare cosparse con poco sale e qualche goccia di succo di limone o aceto di mele. Anche i fiocchi di alghe devono essere preparati per tempo con una marinatura in aceto di mele e salsa di soia.

Questa insalata di riso caratterizza per la nota agrodolce e per la freschezza degli vegetali crudi che si apprezzano sempre in questa stagione, per completare però vorrei consigliare l’abbinamento con qualche cubetto di formaggio di capra poco stagionato da assaporare separato o aggiungere a cubetti nel riso, anche del buon formaggio greco Feta più facilmente reperibile può completare piacevolmente.

 


Insalata di riso Venere nero
Per due persone:

– 200g di riso Venere nero
– 2 zucchine medie
– 3 pomodorini ciliegini
– 2 cucchiai di crema di sesamo diluita in acetodi mele (click qui per la preparazione)
– 1 cucchiaio di origano secco
–  30g di fiocchi di alghe miste marinate in aceto di mele
–  Sale quanto basta
– 40g di formaggio di capra semistagionato o Feta

Versare il riso  in acqua fredda e portare ad ebollizione. Coprire la pentola con un coperchio e cuocere per 40 min, fermare la cottura aggiungendo un bicchiere di acqua fredda e scolare. A parte tagliare le zucchine a cubetti e cospagere con un pizzico di sale e qualche goccia di succo di limone e far riposare per 20min, le alghe in fiocchi (mix di dulse, nori e wakame) devono essere marinate in 2 parti di acqua, 1 di aceto di mele e 1 di salsa di soia. Aggiungere al riso bollito il condimento di sesamo, le alghe, i pomodorini, l’origano secco e il formaggio di capra a cubetti, impiattare in ciotoline ampie su una base di zucchine.

Riso venere nero Alghe miste marinate in aceto di mele Condimento con taina (sesamo)

Zucchine salate Pomodorini e basilico Caprino crudo di malga
Click sulle immagini per ingrandire

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

7 comments for now

L’epilogo dell’asparago

Scritto da il 25 May 2009 | Alghe, Gelatine e budini, Verdure

aspic_asparagi

Ancora per poco avremo l’asparago di stagione e il caldo estivo inizia a diventare fastidioso. Con un aspic di verdure troviamo un ottimo accompagnamento ad alimenti proteici e l’agar agar ha ottime proprietà rinfrescanti, ha un effetto calmante, antinfiammatorio e protettivo della mucosa gastrica e intestinale. L’agar agar è semplicemente un’alga con proprietà addensanti, non altera il sapore degli alimenti ed è ricco di minerali, si trova confezionato in fogli e in polvere e dopo la cottura aumenta la consistenza man mano che si raffredda. Per avere un buon contrasto agro e un sapore che si lega con l’asparago ho aggiunto delle alghe dulse marinate in aceto di mele, altra fonte ricchissima di iodio, ferro biodisponibile e altri minerali.
Consiglio di visitare la mia categoria Gelatine e budini troverete molte altre informazioni e ricette dolci e salate che utilizzano l’agar agar come addensante!

 


Aspic di asparagi
Per 2 porzioni:

– 20-25 asparagi medi
– 1 zucchina
– 1/2 porro o cipolla dorata
– 1 ciuffo di erba cipollina fresca
– 5 foglioline di prezzemolo fresco
– 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
– 2 cucchini di agar agar in polvere
– 50g di alghe dulse marinate in 1/3 di salsa di soia e 2/3 di aceto di mele
– Sale quanto basta

Lavare bene gli asparagi, la zucchina e il porro tagliare grossolanamente e lessare per 15-20min in 250ml di acqua salata o brodo vegetale. Passare le verdure cotte con un frullatore ad immersione e aggiungere l’agar agar in polvere evitando la formazione di grumi. Portare nuovamente a bollore per 2 min e terminare la cottura, aggiungere le erbe fresche sminuzzate, l’olio e aggiustare la sapidità. Versare in una ciotola o uno stampo leggermente unto e far raffreddare per almeno 2 ore. Raggiunta la consistenza compatta  si può capovolgere e impiattare. Se la consistenza è quella giusta l’aspic si taglierà facilmente a fette. Aggiungere erba cipollina tagliata finemente e affiancare le alghe dulse marinate in aceto di mele. Qualche goccia di aceto balsamico sarà sicuramente gradita.

Erba cipollina Alga dulse marinata Asparagi freschi
Click per ingrandire le immagini

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

4 comments for now

Avocado Dulse

Scritto da il 27 Apr 2009 | Alghe, Antipasti, Crudo e vitale, Finger food, Salsine e condimenti

Crema di avocado e alghe dulse

L’avocado è una delle mie colazioni preferite, si abbina benissimo a quasi tutta la frutta fresca e quelli allungati dal sapore più caratteristico si gustano benissimo al cucchiaio quando sono maturi al punto giusto. Questo frutto così particolare per l’alto contenuto di grassi si presta per preparazioni sia dolci che salate, personalmente lo preferisco al naturale con qualche goccia di limone in abbondanti insalate usato al posto del solito condimento con olio evo. Se avete un paio di avocadi molto maturi potete provare questa crema ottima per condire insalate, verdure al vapore e piatti di pesce. L’ingrediente che dona personalità alla crema è l’alga dulse in fiocchi che arricchisce con un sapore sapido appena pronunciato che solo alla fine rivela il richiamo del mare. 

La principale caratteristica nutrizionale dell’avocado è la ricchezza di grassi insaturi e di acidi grassi essenziali, ha elevate quantità di linolenico e Omega 3 molto utili per un equilibrio lipidico nella dieta. Questo frutto così particolare è anche un concentrato di fitonutrienti antiossidanti come il glutatione e la luteina che aiutano a limitare i radicali liberi, le vitamine più importanti sono sicuramente la A e la E entrambe utili contro l’invecchiamento della pelle, l’avocado è infatti consigliato per migliorare l’elasticità e la luminosità della pelle. Per quanto riguarda l’alga dulse posso solo dire che è una vera miniera di minerali e ottima fonte di iodio.

 


Crema di avocado con alga dulse

– 2 avocadi maturi da circa 300g 
– 1 cespo di lattuga belga
– 20g di alga dulse in fiocchi
– 1/2 limone (succo)
– 2 cucchiai di olio extra di oliva
– 5 fili di erba cipollina fresca
– sale quanto basta

Sbucciare e scavare bene gli avocadi e versare subito sopra alla polpa il succo di limone e l’olio extra di oliva per evitare l’ossidazione. Se la polpa è molto matura basterà schiacciare bene con una forchetta e amalgamare bene insieme ai fiocchi di alga e l’erba cipollina tritata finemente fino ad ottenere una crema omogenea. In alternativa si può usare un mixer a bassa velocità se il composto risulta troppo granuloso. Aggiustare con il sale e servire insieme alle foglie intere di lattuga. Consiglio di conservare in frigorifero per massimo un giorno in contenitore ermetico.

 

Alghe dulse in fiocchi Avocados Crema di avocado e fiocchi di dulse
Click per ingrandire le immagini

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

11 comments for now

Next »