Archivio della sezione 'Torte salate'

Tortello Pasqualino

Scritto da il 24 Mar 2008 | Finger food, Torte salate

tortello-pasqualino.jpg

In famiglia hanno voluto come da tradizione la Torta Pasqualina per il pranzo di domenica e con l’impasto avanzato della sfoglia ho preparato questi tortelli molto “pratici” da mangiare con le mani, ancor più buoni il giorno dopo e ideali da portare per una colazione al sacco. Gli ingredienti che donano carattere sono la rucola e la Senape di Digione che si amalgama bene anche con asparagi o carciofi.

Base impasto:
– 200g di farina integrale di farro e grano
– 20/30g di germe di grando
– 1/2 cucchiaino di sale marino
– 2 cucchiai di oli extra di oliva

Versare la farina e il germe di grano in un recipiente ampio, aggiungere l’olio, il sale. Versare poca acqua fino ad ottenere un impasto morbido elastico e non appiccicoso, impastare vigorosamente per almeno 10-15min e coprire con della pellicola o un panno umido e far riposare da 30min o meglio qualche ora. L’ideale sarebbe impastare alla mattina presto per stendere l’impasto a mezzogiorno.

Ripieno:
– 100g di rucola o radicchio
– 100g di asparagi o carciofi teneri
– 30g di alghe arame marinate in salsa di soia e aceto di mele
– 1/2 cipolla rossa dolce
– 5 capperi dissalati o in salamoia
– 2 cucchiai di senape di Digione
– 2 cucchiai di olio extra di oliva
– 20 pinoli oppure 6-8 noci
– 1 cucchiaio di olio extra di oliva

Stendere bene l’impasto formando dei dischi di 20-25cm di diametro. Sminuzzare le verdure finemente e disporre insieme agli altri ingredienti al centro dell’impasto spianato. Chiudere a metà la sfoglia esterna e ripiegare i bordi bagnando con dell’acqua per far aderire meglio. Infornare a 180-200° per 15 min, consiglio in ogni caso di controllare bene la cottura all’inteno del forno e togliere quando inizia a colorirsi.

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

4 comments for now

Torta radicchio e tofu

Scritto da il 24 Mar 2007 | Comfort food, Finger food, Tofu, Torte salate, Verdure

 torta radicchio

Ho scoperto il forno di mia nonna! Non ho mai fatto amicizia con il mio forno, è imprevedibile, scontroso, poco socievole e non ha voglia di collaborare! Per quanto mi sforzassi il risultato era sempre poco cotto o bruciato… Con grande piacere di mia nonna che vive nello stesso condominio ho voluto farle visita e prendermi il diritto di usare il suo bel forno a mia discrezione. La cottura della torta di radicchio è stata perfetta e facile da controllare, una bella ricetta da week end per appagare la voglia di cose da casa, pace e tranquillità dopo una settimana burrascosa e frenetica. Ogni tanto sento il bisogno di preparare ricette meno spartane, la lavorazione è più lenta e deve rilassare. Prendo il mio tempo per pensare ai giusti abbinamenti ma evitando sempre le complicazioni che alterano eccessivamente il sapore originale degli ingredienti. Stà iniziando una mia passione per le torte salate e niente di meglio che questa bella torta rustica al radicchio lungo di Treviso.

Per 4 persone:

Base impasto:
– 200g di farina integrale (ho fatto un mix di grando, farro e avena)
– 40/50g di germe di grando
– 1/2 cucchiaino di sale marino aromatico
– 2 cucchiai di oli extra di oliva

Versare la farina e il germe di grano in un recipiente ampio, aggiungere l’olio, il sale. Versare poca acqua fino ad ottenere un impasto morbido elastico e non appiccicoso, impastare vigorosamente per almeno 10-15min e coprire con della pellicola o un panno umido e far riposare da 30min o meglio qualche ora. L’ideale sarebbe impastare alla mattina presto per stendere l’impasto a mezzogiorno.

Ripieno:
– 200g di silk tofu
– 1 cespo di radicchio
– 1/2 cipolla dorata
– 1 porro medio
– 1 cucchiaio di erba cipollina
– 1 cucchiaio di taina o crema di sesamo
– 3 cucchiai di lievito alimentare in fiocchi
– una manciata di pinoli
– 1/2 cucchiaino di sale marino aromatico
– 1 cucchiaio di tamari per scottare le verdure

Scottare la cipolla e il porro a rondelle con poca acqua e il tamari per 10 min, aggiungere alla fine le foglie di radicchio tagliate finemente e 3 o 4 lasciate intere che devono solo appassire. In una tazza versare il silk tofu, la crema di sesamo, l’erba cipollina, il lievito, i pinoli e mescolare bene, aggiustare con il sale. Stendere l’impasto della base in una teglia e fare un primo strato con la crema di tofu ottenuta, aggiungere a strati prima la cipolla con il porro poi il radicchio a strisciolin e alla fine le foglie intere. Risvoltare i bordi della torta e spennellare l’interno con un poco di olio e tamari per evitare che le foglie si secchino in cottura. Preriscaldare il forno e cuocere per 30-40 min a 200°, personalmente però considero il tempo di cottura molto variabile e mi rimetto alla vostra esperienza personale con il vostro forno.

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

12 comments for now

Torta tofu e verdurine

Scritto da il 03 Mar 2007 | Comfort food, Finger food, Tofu, Torte salate, Verdure

torta salata

E’ arrivato il sabato, è una giornata solare e tiepida che invita ad attività all’aria aperta ma come al solito devo occuparmi di altro e non riesco a godermi una giornata ad arrampicare in falesia. Cerco di consolarmi con le preparazioni culinarie del week end, durante la settimana non trovo mai tempo per dedicarmi ai fornelli e rimedio con abbondanti ricette ricostituenti, ho perso un pò di peso ultimamente e la mia ragazza insiste nel voler vedermi meno “secco”.
Questa è la mia prima torta salata alle verdure e sono veramente contento del risultato, è piaciuto a tutti ed è rimasta compatta con la sfoglia friabile e croccante, se ne avanza è ottima da portare in ufficio per la pausa pranzo! Ho seguito a grandi linee delle indicazioni di Petula che ne ha fatta una simile con i topinambur, ho usato farina integrale di farro e germe di grano per la sfoglia che si è cotta bene e in modo uniforme nel forno a gas.

4 persone

Impasto:
– 200g farina di farro integrale
– 50g germe di grano
– 2 cucchiai di olie extra di oliva
– 1 cucchiaino di timo
– 1 pizzico di sale

Impastare aggiungendo acqua fino ad ottenere un impasto omogeneo, elastico e mai appiccicoso. Far riposare per almeno un’oretta ricoperta con pellicola e conservata in frigo.

Ripieno:
– 3 carote
– 1 cipolla dorata
– 100g di spinaci freschi
– 250g di tofu seta
– un cucchiaio di purea di umeboshi
– 3 cucchiai di lievito alimentare in fiocchi
– 2 cucchiai di alga nori in fiocchi
– 2 cucchiaini di sesamo
– 1 cucchiai di olio extra di oliva

torta salataStufare in padella con un filo di olio e un pizzico di sale le carote tagliate a piccoli cubetti, la cipolla sminuzzata e aggiungere alla fine gli spinaci che devono solo appassire. In un recipiente ampio mescolare e omogeneizzare il tofu con lievito, purea di ume e l’olio. Dopo aver cotto le verdure per 15min circa aggiungere al composto di tufu per preparare il ripieno.
Stendere bene l’impasto di farro nella teglia foderata con della carta forno e avanzare una piccola parte per le strisce di pasta da stendere come nelle crostate di frutta. Versare il composto sopra la sfoglia, livellare e spolverare sopra l’alga nori in fiocchi e ripiegare i bordi dell’impasto per evitare che si attacchino alla teglia.
Cuocere a 180° per 30-40 min, la torta deve asciugarsi e il bordo deve colorirsi senza bruciare.

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

6 comments for now