Archivio della sezione 'Tofu'

Pizza primavera ai 4 sapori

Scritto da il 07 Apr 2008 | Comfort food, Pizza, Tofu

pizza_domenica2.jpg

Questa è la mia versione della pizza o almeno così la chiamo. E’ una versione molto digeribile e fresca in sintonia con il periodo primaverile. Molto semplice da preparare e crudista per metà, sarà sufficiente preparare con il forno una bella base con farina integrale ben lievitata, dopo la cottura si aggiungono tutti gli ingredienti a crudo. Prima uno strato con tofumaggio sbriciolato e poi tutte le verdure fresche che preferite. Io mi diverto sempre a fare dei settori e preparare una sorta di pizza ai 4 sapori!

Per l’impasto di due pizze:

– 120g di farina integrale (farro o grano)
– 80g di farina bianca di kamut
– 80g di pasta madre (pasta acida)
– 120 – 140 ml di acqua ( l’impasto non deve risultare mai colloso)

Si può usare benissimo il lievito di birra fresco al posto della pasta madre, 5 o 6 grammi bastano ma si deve aggiungere della farina all’impasto.
Impastare per almeno 10 min e far riposare in un luogo abbastanza caldo e lontano dalle correnti per almeno 6 ore. Stendere l’impasto abbastanza sottile, non più di 4 o 5 mm di spessore e spennellare con un poco di acqua e olio.

Per la mia pizza ai 4 sapori:
– 3/4 di panetto di tofo (uso quelli da 200g) marinato come da ricetta del tofumaggio
– 1/2 cipolla rossa o cipollotto dolce
– 80g di rucola
– 80g di radicchio di verona
– 80g di spinacini freschi
– germogli a piacere
– 50g di alghe wakame o arame marinate in aceto e salsa di soia
– 30g di funghi porcini secchi reidratati
– 1 cucchiaino senape di Digione
– 10 capperi dissalati
– origano
– un cucchiaino di olio extra di oliva
– sale qb

Dopo aver cotto la base della pizza come una grande schiacciatina iniziare sminuzzando finemente il tofu pulito dal miso in eccesso e stenderlo con la cipolla in modo uniforme. Aggiungere a crudo gli altri ingredienti tritati abbastanza fini e disporli a settori in modo da non mischiare troppo i sapori che devono essere sempre distinti. Un bel giro di olio, una spolverata di origano e i capperi alla fine.
Abbino sempre la rucola con la senape, gli spinaci e i capperi, le alghe e i germogli e i funghi con lattuga belga. Se avete delle zucchine a julienne potete abbinarle con il peperoncino!

La pizza è pronta!

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

3 comments for now

Tofu speziato in agro di riso

Scritto da il 11 Feb 2008 | Antipasti, Tofu

tofu_masala_aceto.jpg

Avanza un panetto di tofu, che fare? Niente di più semplice che improvvisare una marinata con le spezie preferite! Unica accortezza sarà pensarci per tempo e far insaporire il tofu almeno 8-10 ore in modo da amalgamare i sapori e far colorire il tofu che al naturale è veramente troppo pallido. La mia marinata preferita si basa su salsa di soia, aceto di riso e masala ma sarà vostro divertimento trovare nuovi aromi. Il tofu marinato alla mattop si gusta anche senza spadellarlo, a cubetti nelle insalate di radicchio, lattuga o rucola si apprezza e rende molto sazianti i piatti di verdure crude e cotte.
Per la proprietà di acquisire i sapori con i quali viene accompagnato, il tofu è chiamato proprio il camaleonte degli alimenti, spesso ci si avvicina in modo diffidente a questo alimento e vorrei consigliare di non provare tofu al naturale se ne avete mai assaggiato già preparato da mani esperte…

– 1 panetto di tofu (200 o 300g)
– 4 cucchiai di aceto di riso
– 6 cucchiai di salsa di soia (soyu)
– 1/2 spicchio di aglio
– 1/2 cucchiaino di garam masala
– 1/2 cucchiaino di origano
– 1/2 cucchiaino di peperoncino sminuzzato (non in polvere)
– 1 cucchiaino di olio extra di oliva (dopo la marinatura)

Versare 3 parti di salsa di soia, 2 di aceto di riso, 2 di acqua in un contenitore rettangolare e aggiungere gli altri aromi. Immergere il panetto di tofu in modo che venga ricoperto dal liquido e far riposare in frigorifero per almeno 8 ore. Se volete far insaporire maggiormente potete tagliare prima a fette il panetto e poi immergerlo nel liquido della marinata e aggiungere un pizzico di sale.
Servire con l’aggiunta di olio extra di oliva o saltare velocemente in padella se preferite assaporarlo in un piatto caldo.

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

10 comments for now

Tofumaggio?!

Scritto da il 26 Oct 2007 | Comfort food, Finger food, Tofu

tofumaggio

Questa preparazione del tofu è poco conosciuta ma è sicuramente la mia preferita, ho trovato anni fa la ricetta sul blog di Petula ed da allora la utilizzo quando preparo la mia pizza della domenica. La preparazione è molto semplice ma è necessario far riposare il tofu almeno 3 giorni in frigo o a temperatura ambiente in un contenitore ermetico; basta procurarsi un panetto di tofu al naturale e ricoprire tutti i lati con un abbondante strato di miso non pastorizzato. Il miso giapponese è prodotto con soia, riso integrale (oppure orzo), acqua, sale marino e viene considerato un alimento “vivo”, aiuta la digestione e arricchisce la flora batterica dell’apparato digerente oltre ad essere molto riccho di minerali ed enzimi. Il tofu ricoperto di miso inizia una specie di fermentazione e si arricchisce di enzimi, il sapore cambia completamente e diventa qualcosa di unico.

Tofumaggio

Dopo 3 giorni il tofu è pronto ma se si aspetta ancora il risultato migliora, è buonissimo da solo ma l’ideale è a cubetti nelle insalate o avvolto in fogli di nori, l’importante è non cuocerlo per mantenere gli enzimi.
Se conoscete già la ricetta potete provare una variante aggiungendo prima nel miso delle erbe aromatiche come prezzemolo, timo, maggiorana per ottenere un sapore più “mediterraneo”, vi stupirà!

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

4 comments for now

Crema tofu e zafferano

Scritto da il 30 Apr 2007 | Tofu, Zuppe

crema

Per proseguire il discorso “zafferano” ho improvvisato questa crema di tofu ottima per accompagnare verdure cotte e crude, ottima con piselli e fagiolini. Più densa può insaporire un bel piatto di pasta oppure essere utilizzata come antipasto su bruschette di pane raffermo abbrustolito. Senza dubbio il colore vivo dello zafferano colpisce l’occhio e in questo periodo sono spinto particolarmente ad utilizzare questa spezia così preziosa e vivace. Se come me non vi producete ancora il tofu autonomamente dovrete trovare un tipo tradizionale ma non troppo compatto, il silk tofu non mi ha mai entusiasmato per la poca consistenza e il gusto neutro forse più adatto alle preparazioni dolci. Come sempre incuriosito dai sapori indiani ho insaporito con il mio masala trovato nel solito negozietto etnico dove scopro sempre nuovi mix di spezie. Ormai la ragazza del negozio mi conosce, mi osserva gironzolare tra gli scaffali mentre leggo scrupoloso ingredienti e ricette dei prodotti più strani, ho sempre domande da fare e lei gentilmente mi risponde con il suo tipico accento straniero. Prima o poi le chiederò come è arrivata fin qui.

– 1 panetto di al naturale di circa 100g
– 1 cucchiaio di tahin o crema di sesamo (migliore se prodotta con sesamo non tostato)
– 1 bustina di zafferano in polvere

– 1 cucchiaino di garam masala o mix di curry, cumino e coriandolo
– 1/2 cucchiaino di sale aromatico
– alga nori da spolverare

Tagliare a pezzetti il tofu e versare in un recipiente dai bordi alti, aggiungere poca acqua e iniziare a frullare con il mixer ad immersione, aggiungere poca acqua alla volta fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungere la crema di sesamo e gli altri ingredienti e omogeneizzare bene, aggiustare a piacere la consistenza aggiungendo acqua o crema di sesamo a piccole dosi per raddensare. Servire a parte come condimento con una spolverata di alghe nori in fiocchi.Ho preparato questa crema apposta per una ricetta che volevo provare da tempo e che inserirò nel prossimo post, devo creare un poco di attesa e curiosità nei miei pochi visitatori!

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

12 comments for now

Next »