Tortello Pasqualino

Scritto da il 24 Mar 2008 | Finger food, Torte salate

tortello-pasqualino.jpg

In famiglia hanno voluto come da tradizione la Torta Pasqualina per il pranzo di domenica e con l’impasto avanzato della sfoglia ho preparato questi tortelli molto “pratici” da mangiare con le mani, ancor più buoni il giorno dopo e ideali da portare per una colazione al sacco. Gli ingredienti che donano carattere sono la rucola e la Senape di Digione che si amalgama bene anche con asparagi o carciofi.

Base impasto:
– 200g di farina integrale di farro e grano
– 20/30g di germe di grando
– 1/2 cucchiaino di sale marino
– 2 cucchiai di oli extra di oliva

Versare la farina e il germe di grano in un recipiente ampio, aggiungere l’olio, il sale. Versare poca acqua fino ad ottenere un impasto morbido elastico e non appiccicoso, impastare vigorosamente per almeno 10-15min e coprire con della pellicola o un panno umido e far riposare da 30min o meglio qualche ora. L’ideale sarebbe impastare alla mattina presto per stendere l’impasto a mezzogiorno.

Ripieno:
– 100g di rucola o radicchio
– 100g di asparagi o carciofi teneri
– 30g di alghe arame marinate in salsa di soia e aceto di mele
– 1/2 cipolla rossa dolce
– 5 capperi dissalati o in salamoia
– 2 cucchiai di senape di Digione
– 2 cucchiai di olio extra di oliva
– 20 pinoli oppure 6-8 noci
– 1 cucchiaio di olio extra di oliva

Stendere bene l’impasto formando dei dischi di 20-25cm di diametro. Sminuzzare le verdure finemente e disporre insieme agli altri ingredienti al centro dell’impasto spianato. Chiudere a metà la sfoglia esterna e ripiegare i bordi bagnando con dell’acqua per far aderire meglio. Infornare a 180-200° per 15 min, consiglio in ogni caso di controllare bene la cottura all’inteno del forno e togliere quando inizia a colorirsi.

Start Slide Show with PicLens Lite PicLens

4 commenti per adesso...

4 Responses to “Tortello Pasqualino”

  1. sara_bi

    Uau! Complimenti davvero per il tuo sito e, soprattutto, le tue ricette! ;P Gnam!
    Anche io realizzo qualcosa di simile al tuo tortello, anche se il mio assomiglia di più ad un panzerotto/involtino primavera vegetariano, sempre cotto al forno… 😉
    Cmq, credo che anche io copierò molte delle tue ricette! 😀
    Un saluto, Sara.

    25 Mar 2008 at 12:37 pm

  2. Grande idea l’uso della senape di Digione, sicuramente infonde un sapore unico al tutto.

    25 Mar 2008 at 2:08 pm

  3. marino

    interessante. ma si cuociono le verdure in cosi’ poco tempo? non e’ che per averle cotte si rischia di colorire troppo la pasta? Complimenti per le ricette. marino

    02 Apr 2008 at 1:20 pm

  4. buoniiiiiii, magari in attesa del vero pasto, possono aprire lo stomaco……………………..come se ce ne fosse di bisogno!!!
    ciaooooo!

    07 Apr 2008 at 3:08 pm

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply